News

08/07/2018

I Warriors sono Campioni d'Italia di II° Division

Battuti i Pretoriani con un 30 a 14 nel Silver Bowl di Parma, i ragazzi di Giorgio Longhi hanno dimostrato di avere smaltito la retrocessione del 2016.

In due anni di livello A/2, i Blue hanno disputato 21 partite ufficiali, vincendone 20 e crescendo, giorno dopo giorno, nella consapevolezza che l'obiettivo prefissato non fosse poi così lontano.

Per quando riguarda il commento alla partita, rimandiamo alla pagina FIDAD che ne fa un accurato riepilogo accompagnato anche dallo streaming dell'evento.
MVP dell'incontro, il linebacker bolognese Tiberio Calbucci, classe 2000 che ha comunque rappresentato l'intera difesa dei Warriors capace di concedere 39 punti in totale in 11 incontri disputati: semplicemente "A Blue Wall."

Ma finalmente, come afferma dopo l'incontro l'Head Coach Giorgio Longhi, i Blue hanno anche un attacco che può togliere le castagne dal fuoco del Team.

"Se la difesa ha qualche raro calo di concentrazione, ci pensa l'attacco a prendere i mano le redini dell'incontro - afferma Longhi - con questo equilibrio e questa crescita esponenziale sono fiducioso per il nostro futuro".

L'intero coaching staff è stato superlativo, plasmando il carattere di una formazione che solo 2 anni fa aveva subito un campionato pieno di sconfitte.
Mauro Solmi, Andrea Vecchi, Marco Meletti, Luca Trepiccione, Graziano Patix e Tommaso Labarile, con l'aiuto sul campo direttamente di Maxym Berezan, sono stati semplicemente fantastici.
Dal di fuori, quello che appariva come l'elemento in più in casa guerriera. è stato il concetto di Team che i tanti giovani hanno condiviso con i pochi più esperti, il tutto in un sistema di fratellanza che ben poche volte traspare fuori dagli spogliatoi dello sport. I tifosi, accorsi alla grande a Parma per supportare i propri ragazzi, sono stati la ciliegina sulla torta, quel 12esimo uomo che ha dato ulteriore carica alla spinta offensiva ed al muro difensivo.

Il 2018 ce lo ricorderemo certamente come un anno fondamentale per la community guerriera.
Nessun "professionista", nessuno che non porti a casa poco più della gioia di essere stato uno dei 35 atleti che ieri indossavano la maglia blu royal dei Warriors Bologna Campioni d'Italia di Seconda Divisione 2018.

Fantastici anche gli sponsor che hanno seguito da vicino o da lontano le sorti del Team. I complimenti arrivati nel dopo partita sono stati un segno di amicizia molto di più che di un semplice rapporto commerciale. Un grazie di cuore ad ognuno di loro.

E domani?
Dopotutto domani è un altro giorno ....... gone with the wind .....

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna

04/07/2018

E' finito il tempo di parlare e di scrivere di football.

Sabato alle 16 allo Stadio Lanfranchi di Parma è l'ora del Silver Bowl.

I Warriors se la vedranno con i Pretoriani Roma nella partita più importante della stagione.
Un solo risultato è utile per avere il sacrosanto diritto di poter disputare la I° Divisione del 2019: la vittoria.

Non c'è più tempo per strategie comunicazionali o alchimie tecniche. Le due formazioni sono pronte e al Silver Bowl si affronteranno con l'intento di non concedere alcuna change all'avversario.

Chi vince sarà Campione d'Italia 2018 di II° Divisione, chi perde sarà il primo in classifica degli esclusi.

Non ci sono più meccanismi per prevedere le strategie dell'avversario ed inventarsi le dovute contromosse necessarie a renderle inefficaci. Bologna e Roma si saranno studiate a lungo e sabato, sotto gli oltre 30 gradi previsti, si affronteranno a viso aperto.

I pronostici contano poco perchè non c'è niente di meglio che sovvertirli con prestazioni eccezionali.C'è chi afferma che piuttosto saranno gli errori il vero ago della bilancia: chi sbaglia meno vince. Probabile, perchè 48 minuti di gioco effettivo sono un'eternità quando sei in testa e cerchi di lasciare lontano l'avversario, ma sono anche pochissimi quando sei sotto e devi recuperare punti preziosi.

Questo è il fascino di un confronto sportivo nel quale tutto ed il suo contrario sono possibili, fatta eccezione che il migliore vince quasi sempre.

Gli allenatori guerrieri hanno provato e riprovato ogni minimo particolare e simulato ogni tipologia di tecnica dell'avversario.

Ma certamente anche Roma lo ha fatto, a dimostrazione che anche il confronto nascerà già sulle rispettive sidelines.

I Blue chiedono l'ultimo sforzo ai propri tifosi, ossia quello di trasformare la tribuna Est (destinata ai tifosi bolognesi) in una piccola tana guerriera, proprio come succede all'Alfheim Field durante le partite in casa. E se già alle 15:47, l'orario previsto per l'entrata dei Warriors, l'accoglienza sarà calorosa come quella che avviene a Bologna, allora il pomeriggio inizierà con il piede giusto.

Poi naturalmente sarà il Team a scrivere la propria storia, ma sapere di avere di alle spalle la propria gente, il proprio tifo, sarà un elemento di sicuro buon auspicio per i giovani sul campo.

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna

29/06/2018

Warriors - 8 giorni al Silver Bowl

Continua incessantemente la preparazione alla partita più importante dell'anno per i Blue.
Attacco, difesa, special team e centro di fisioterapia stanno lavorando 24/7 per consentire a tutti i giocatori di essere in grado di dare il massimo sabato pomeriggio 7 luglio.

Anche il grande staff dei guerrieri è un po' in fibrillazione conscio di dover provvvedere a risolvere ogni problematica tecnica eventualmente già sorta e a prevenirne delle nuove.
I Warriors saranno la squadra, cosiddetta, ospite in quanto l'home team sarà Roma per aver carpito il ranking 1 nazionale ai Saints di Padova in occasione della semifinale.

I Pretoriani hanno scelto di giocare in maglia bianca, quindi per Bologna ci sarà la classica divisa all blue come per gli incontri interni.

La parte dell'impianto Lanfranchi dedicata ai tifosi Warriors sarà quella est, probabilmente la più soleggiata, quindi bisognerà prepararsi con creme solari e tanta acqua da bere.
Per il campo, la sideline dei Warriors si sta preparando per organizzare il miglior confort possibile agli atleti; la parte dei Blue sarà un piccolo "caravanserraglio dei Tuareg", appunto gli uomini blue che ben sanno gestire il rapporto con le alte temperature.

Ma come dicono anche gli allenatori: "Sole? Caldo? Sudore? Ma che problemi sono; tu prendi la palla e corri e tu ferma gli altri che ce l'hanno e vedrai che starai fresco se alla fine avrai vinto. Non sono questi i problemi perché chi vuole vincere lo deve fare in ogni condizione ambientale possibile."

Per l'acquisto dei biglietti, ognuno deve provvedere autonomamente, o attraverso il sito dell'italian bowl, oppure direttamente in biglietteria il giorno dell'evento. Il costo indicato dall'organizzazione è di 15 euro più 2 di prevendita per poter assistere sia al Silver Bowl delle ore 16 (Warriors vs. Pretoriani) sia per l'Italian Bowl delle ore 21 (Seamen vs. Giants).

In attacco gli allenatori continuano le ripetizioni dei giochi ad ogni allenamento per renderli fluidi e proficui come desiderato. La difesa, dal suo canto, non è da meno e prova e riprova situazioni di gioco che si potrebbero trovare a dover gestire durante la finale.
Segreti? Sono così segreti che non li sappiamo neanche noi, ma il coaching staff guerriero, in linea con molti colleghi di tutta Italia, affermano che se ogni team facesse perfettamente quello che dovrebbe saper fare, allora non ce ne sarebbe per nessuno. Peccato che questo sia il modo di pensare sia di Bologna che di Roma, quindi qualcuno dovrà pur sbagliare se alla fine ci sarà un vincitore.

E questo è certamente il bello di una disciplina sportiva che unisce alla spettacolarità del contatto fisico, anche la capacità tecnica dell'esecuzione migliore possibile.
Lavoro previsto anche nel weekend, perchè i ragazzi hanno espresso la volontà di affinare ancora qualche gioco e di stare sempre più insieme per prepararsi al grande giorno.

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna

25/06/2018

Per i Warriors ancora una finale nazionale.

Oramai l'abitudine potrebbe far pensare che la partecipazione ad una finale italiana per i Blue sia cosa abbastanza normale. Niente di più sbagliato. Essere arrivati all'ultima sfida regala emozioni fortissime; a volte motivanti, altre invece preoccupanti.

Ma andiamo per ordine.
Non pagare il biglietto da spettatore il 7 luglio, ma essere in campo con casco e paraspalle ancora coinvolti in un confronto agonistico è entusiasmante.
Le difficoltà saranno tante, sia per il valore dell'avversario che per una probabile condizione metereoligica: alle ore 16 del 7 luglio a Parma generalmente sudano anche le lucertole.
Ma il caldo sarà l'ultimo dei problemi perchè l'adrenalina che si sta metabilizzando in ogni ragazzo è tale che caldo e fatica si sentiranno solo dopo l'incontro e non certo durante.
Queste due settimane che precedono l'incontro saranno di lavoro intenso, ma allo stesso tempo di una certa serenità perchè oramai, sia Bologna che Roma hanno già fatto tantissimo e parrebbe difficile immaginare l'introduzione di nuove opzioni di gioco a questo punto del campionato.
Certo, dallo studio delle caratteristiche dell'avversario si evidenzieranno probabili aree di criticità da cercare di sfruttare al massimo, ma se i due Team sono arrivati fino a qui, grandi debolezze non ce ne dovrebbero essere.

Cercheremo di condividere insieme a tutto il Popolo Guerriero questo periodo in grado di fare la differenza tra la storia e la gloria. Una storia certamente bella in tutti i casi, ma assoltamente incompiuta per chi non porterà a casa il risultato.
Quindi, partendo da un ipotetico calendario scalare, tutti insieme ci prepareremo per quella data (7 luglio) da condividere tutti a Parma al fianco dei giovani guerrieri

Oggi siamo a

- 17

e non è previsto allenamento, ma già domani i motori si scalderanno per una seduta nella quale il coaching staff non vorrà risparmiare nessuno.
E quando avremo novità o semplici informazioni le condivideremo tramite il nostro Daily Warriors, sempre più gradito house organ della società.

Stay tuned.

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna