News

20/02/2018

Sabato 3 marzo i Warriors torneranno in campo, ed è subito derby

Si ricomincia alla grande la nuova avventura dei guerrieri 2018.

Sabato sera 3 marzo, come consuetudine alle ore 21, i bianco/blu incroceranno i caschi con i Knights di S.Agata Bolognese.

Un derby a carattere provinciale tra due Team che si conoscono, si rispettano, ma che non avranno nessuna intenzione di fare alcuno sconto in campo.
Sarà la prima uscita del torneo e, come spesso accade, anche l'occasione di verificare i risultati della preparazione che i due coaching staff hanno curato durante i mesi invernali.
Il lavoro in palestra, sul campo e le sessione di teoria lasciano la scena allo scontro diretto, al risultato di un confronto che si presenta sempre complicato per tutte e due le formazioni.

I Warriors potranno contare su alcune importantissime novità i cui obiettivi sono quelli, da un lato, di rendere ancora più efficace e imprevedibile il gioco offensivo del Team, e dall'altro di rinnovare ulteriormente la produttività statistica di una difesa che rappresenta ancora un valore aggiunto della formazione.

Come sempre la serata guerriera sarà condita con lo spettacolo dell'entrata della squadra in campo, la musica di accompagnamento, il tifo dell'immancabile torcida bianco/blu, la presenza dell'area merchandising con le ultime novità, l'immancabile spazio per bere qualcosa di caldo sotto la tribuna e il camper per food and drink senza dimenticare la fantastica polenta al ragù alla spina.

Il tutto per garantire un contorno di festa alla serata sportiva, anche al di là del risultato finale, mentre ci penserà il campo a tenere altissima l'adrenalina dei tifosi di entrambe le fazioni.

Bentornato football, bentornato derby e, soprattutto, bentornati Guerrieri.

Ufficio Comunicazione Warriors

17/02/2018

Dodici guerrieri in prestito ai Doves per il Campionato Italiano di terza categoria CIF9

Domenica prossima inizia il nuovo torneo nazionale di terza categoria. Trentotto formazioni divise in nove gironi con caratteristiche geografiche, si daranno battaglia fino a luglio prossimo.
Nel girone E sono stati inseriti i Doves Bologna che potranno schierare nel loro roster un pacchetto cospicuo di giovani guerrieri grazie all'accordo sottoscritto lo scorso anno tra le due società.
Claudio Raspa, Alessandro Amato, Alberto Saluci, Filippo Lombardi e Montella hanno già sbrigato le formalità burocratiche e saranno già pronti per scendere in campo all'esordio di domenica prossima alle 15:30 a Imola contro i Ravens.
Per un altro pacchetto di giovani atleti bianco/blu si stanno definendo le ultime pratiche; Nicolas Ronzani, Riccardo Abbruzzese, Ariel Dotti, Luca Agnoli, Cristian Fiorini, Guglielmo Caliceti e Savona, sono anch'essi in procinto di vestire il bianco/rosso per la stagione 2018 senior. Un altro paio di atleti sono ancora in forse se seguire o meno i compagni di squadra.
L'idea di poter dare continuità agonistica ad atleti con minore esperienza di gioco, molti dei quali provenienti dal settore giovanile, nel programma del coaching staff guerriero rappresenta una grande opportunità di incremento del bagaglio tecnico nei confronti di giocatori che il prossimo anno torneranno a vestire i colori bianco/blu dei Warriors.
Un grandissimo in bocca al lupo a questa nutrita compagine che, unita ai ragazzi dei Doves già precedentementi presenti a roster, potrebbe rappresentare un avversario veramente scomodo per molte formazioni di questo campionato.

Ufficio Comunicazione Warriors

14/02/2018

Due chiacchiere con coach Vecchi

ll Campionato di football americano è alle porte.
I Warriors sono decisi più che mai a ritentare la salita verso l'Olimpo della 1° divisione. Lo scorso anno si sono fermati alle semifinali battuti in casa dagli Hogs ed hanno ancora un bel po' di amaro in bocca. In quella occasione la difesa aveva fatto cose egregie, mentre l'attacco si era dimostrato troppo sterile per il livello imposto.
Per questa nuova avventura l'intero coaching staff ha lavorato per disegnare un sistema di gioco diverso e più redditizio.
Da Milano, sponda Rhinos, è arrivato uno dei nomi più eccellenti a livello nazionale tra gli allenatori di attacco, Andrea Vecchi, bolognese di nascita, ma da oltre 25 trasferito in Lombardia.

'Si, sono approdato ai Warriors e non per caso - conferma Coach Vecchi - dopo due superbowl e un eurobowl con i Rhinos, c’era la voglia di rimettersi in discussione con nuovi obbiettivi e soprattutto con un team pieno di giocatori giovani con grandi ambizioni come i Warriors, quindi non ho esitato ad accettare la proposta di coach Longhi per poter sviluppare l’attacco nel prossimo campionato.'

I guerrieri interpretano un gioco più di tecnica e velocità piuttosto che di forza e fisicità. La presenza di Coach Vecchi cosa potrà significare per i ragazzi di Giorgio Longhi.

' L’hanno scorso la squadra ha mancato di lucidità e mentalità concretizzando poco il lavoro fatto; quello su cui ho iniziato a lavorare è la concretezza del gioco di attacco per valorizzare il potenziale dei singoli giocatori , soprattutto per essere più cinici in fase realizzativa.'

Ora si tratta di capire se in serie A1, dove militano le migliori squadre nazionali, i giovani guerrieri potrebbero già starci o dovrebbero maturare anche un atteggiamento più maturo.

'Sono assolutamente pronti - chiude Andrea Vecchi - una squadra giovane ma con individualità che possono tranquillamente giocare nella serie maggiore, bisogna solo consolidare il lavoro fatto in questi due mesi e proseguirlo per tutta la stagione per guadagnarsi sul campo la 1° divisione, poi potremo dire la nostra.'

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna

01/02/2018

Oramai ci siamo, inizia il campionato guerriero.

Manca veramente poco al vernissage 2018 della nuova avventura dei Warriors Bologna.
Un campionato, quello di seconda divisione, che vede al via 24 formazioni da Varese a Palermo e Cagliari.
I bianco/blu sono stati inseriti nel girone A assieme ai Knights di S.Agata Bolognese, ai Braves Bologna e agli Sharks Palermo. Due trasferte quasi a piedi ed una in aereo fino alla bella Sicilia. Si giocheranno anche due interdivisionali sempre in regular season: ad Ivrea contro i Mastifs ed a Bologna contro un nome che riecheggia nel passato degli anni '80, i Frogs Legnano.
L'inizio per i Warriors, anche in considerazione dello spostamento della prima uscita di fine febbraio a Palermo, sarà già una grandissima opportunità di spettacolo.
Sabato 3 marzo nel primo dei quattro derby previsti, quando all'Alfheim Field di via degli Orti arriveranno i cavalieri di S.Agata, preludio dell'altra stracittadina, sempre in casa, contro i Braves del 17 marzo.
Un inizio al fulmicotone, sia dal punto di visto agonistico contro squadre che si sono estremamente rinforzate rispetto alla scorsa stagione, sia da quello emozionale, considerando i derby come partite che valgono pur sempre due punti come le altre, ma dalle emozioni immancabilmente più forti.
I guerrieri arrivano a questa nuova avventura con grandi rientri e qualche interessante arrivo. Ma l'elemento forse più significativo non va ricercato nell'apporto che potrà dare l'esperienza del singolo nuovo atleta, quanto piuttosto nella potenzialità corale del gioco dell'intero reparto coinvolto. In particolar modo parliamo dell'attacco, sotto tono la scorsa stagione seppur pieno di individualità interessanti, ma poco concreto in fase di esecuzione finale e, a volte, troppo prevedibile.
Per far fronte a questa problematica, lo staff tecnico, che vede ritornare nella posizione di Head Coach Giorgio Longhi, negli ultimi anni più adoperato come Quality Coach, ha coinvolto tutte le risorse già presenti in passato, potenziando l'organico con l'arrivo di un altro dei nomi storici degli allenatori di football. Da Milano è arrivato Coach Andrea Vecchi, fino all'anno scorso nei Rhinos che si è riportato a Bologna due pedine di notevole valore come il runningback Ervis Cira e il defensive end Andrea Mirenda; tutti nomi che per chi mastica un po' di questa disciplina, rappresentano sinonimo di grinta e determinazione.
In difesa sono rientrate pedine molto importanti per dare più corpo ad un reparto già di elevatissima qualità ma di numeri appena sufficienti. Nel nuovo torneo, i Warriors potranno contare sui rientri di defensive back dell'esperienza di Manuel Masi (Imola), Antonio Sciacqua (Bari) e Matteo Faieti che assieme a Paolo Bracciale rappresentano ex giocatori che avevano preso un anno sabbatico per problemi di studio e lavoro fuori Bologna, ma che da ora in poi vestiranno la maglia bianco/blu. Anche altre pedine andranno ad aggiungersi allo scacchiere del defensive coordinator Mauro Solmi, come i ragazzi provenienti dall'under 19 e a una new entry di grandi prospettive come Andrea Nanni.
In attacco, oltre ai già citati Coach Vecchi, Cira e Mirenda, sono rientrati due offensive line: Cristi Ciobanu e Riccardo Bovina. A questi si devono aggiungere due ulteriori nominativi che siamo sicuri avranno tutte le carte per far parlare di loro: Edoardo Gulisano (wr di Catania e della nazionale italiana di Flag) ed Alessio Corazza, leader delle corse dei runningbacks nel campionato under 19.

Un team che avrà certamente bisogno di aggiustare il tiro per gli importanti cambiamenti nel coaching staff e di far inserire i nuovi al meglio del loro poenziale.
Sabato 3 marzo, come sempre in serale alle ore 21, alla vecchia Lunetta Gamberini i Warriors iniziano alla grande con un derby contro i Knights.
Da lì in poi non ci saranno più scuse, ma solo il tempo di governare la battaglia.

Ufficio Comunicazione Warriors Bologna